Il Malcantone perde il treno ma non la speranza 20160815

Il Malcantone perde il treno ma non la speranza…

 

Con i se e i ma è risaputo che non si va molto lontano.  Sulla pista di Rothrist, il Malcantone di Luca Barozzi ha mancato una ghiotta occasione, forse l’ultima, per raddrizzare una stagione che ha preso una piega funesta. Fatali, ancora una volta, i primi minuti di gioco, nei quali i ticinesi hanno incassato 3 reti. Abituati a queste false partenze, Alessandro Müller e compagni hanno reagito nel migliore dei modi chiudendo il primo parziale sul punteggio edulcorato di 4 a 3 in favore degli argoviesi. Troppe però le occasioni da rete sprecate e le solite leggerezze in difesa dei ticinesi, prontamente punite dai padroni di casa, che si mostravano cinici e spietati sotto porta. Sul 6 a 3 a 7 minuti dal termine è arrivata la reazione rabbiosa del Malcantone, che con Andrea Zappa prima e Thomas Felappi poi, si è portato sul 6 a 5 in meno di 1 minuto. La dea bendata però aveva già deciso che questo pareggio “non s’era da fare” e così tra pali e mani nei capelli, l’incontro è finito con la vittoria del Rothrist, sinonimo di guai seri per la compagine malcantonese, che ora per evitare i play-out può solo sperare nelle disgrazie altrui. Nella fattispecie la neopromossa Buix, prossimo avversario del Malcantone, deve perdere le proprie partite. Il coach del Malcantone però resta positivo e sprona i suoi ragazzi: “in questo momento di reale difficoltà dobbiamo tirare fuori gli attributi!”.

Tutto bene quel che finisce bene…per il Sayaluca. Il big match contro il Givisiez ha mantenuto tutte le promesse. Spettacolare, intensa e giocata ad altissimi livelli, questa battaglia per il secondo posto è piaciuta soprattutto al pubblico, che ha festeggiato l’ennesima vittoria di un Sayaluca sempre più lanciato verso un titolo che in Ticino manca da troppo tempo. Ma non è oro tutto quel che luccica, infatti i luganesi hanno gettato alle ortiche 3 punti preziosi, che sembravano cosa fatta, con un solido 4 a 2 ad una manciata di minuti dal termine. Ed invece Marcel Müller e compagni si sono fatti sorprendere, subendo il pareggio a pochissimo dal termine, grazie alla rete dell’ex di turno Fabiano Santoro, sempre più leader dei friborghesi. Per fortuna ci ha pensato uno scatenato Luca Margonar, che mettendo a segno la sua doppietta personale, ha regalato la vittoria ai suoi. “Globalmente sono soddisfatto” si confida Bobo Bernasconi “ma bisogna lavorare ancora tanto per eliminare le indecisioni e migliorare la tattica di gioco”.

Riprende anche il campionato di LNB con il Novaggio Twins, che domenica 21 agosto alle 14.00 ospiterà il Rothenfluh. Sulla carta, una mera formalità per i sorprendenti ticinesi, che attualmente sono terzi a pari merito con Zofingen e Wolfurt, ma motivatissimi a concludere in bellezza questa prima esperienza in LNB, dopo anni di purgatorio in prima lega. “Vogliamo divertire il nostro pubblico” spiega il coach René Wegmüller “e dare il massimo per creare una piacevole sorpresa a fine campionato”. Sì, sognare è permesso, eccome. Infatti solo La Tour e La Broye sembrano avere qualcosa in più della concorrenza, ma i Twins hanno dalla loro una squadra giovane che si sta viepiù compattando in vista dei play-off per la promozione nella massima categoria.

Si torna a giocare anche in seconda lega. Sabato 20 agosto alle 18.00 durante il torneo amatoriale di Capolago, i padroni di casa ospiteranno il Malcantone II in un incontro ufficiale. Torneo che venerdì darà spazio ai concerti dei Vomitors e dei Folkheads, mentre sabato andranno in scena gli incontri di piazzamento. Due appuntamenti imperdibili per vivere con leggerezza e buonumore il fascino e l’amicizia che regna sovrana nello skater hockey nostrano. www.capolagoflyers.ch.

Programma, risultati e classifiche su www.fsih.ch

Simon Majek